ITA | ENG

Group photo at Villa Taverna, the residence of the US Ambassador to Italy, where the screening took place

Networking before the screening

Ambassador Eisenberg delivers his remarks

Dennis Redmont and the filmaker Hugo Berkeley

The Jazz Ambassadors: premiere con Hugo Berkeley,
l'Ambasciatore Eisenberg e gli Young Leaders

Lo scorso 28 marzo, gli Young Leaders Alums del Consiglio si sono riuniti a Roma per un’occasione speciale: assistere a una proiezione esclusiva del documentario “The Jazz Ambassadors”, scritto e diretto dal nostro Young Leader Hugo Berkeley (YLC Ann Arbor 2005), già vincitore del Premio Peabody.

Hugo ci ha concesso una vera premiere del film: “The Jazz Ambassadors”, infatti, sarà proiettato in anteprima al 21° Full Frame Documentary Film Festival a Durham l’8 aprile e sarà poi trasmesso su PBS, BBC e Arte.

L’evento si è svolto a Villa Taverna, residenza dell’Ambasciatore americano a Roma, con la partecipazione di circa 50 Young Leaders. Il nuovo Ambasciatore Lewis Eisenberg ha accolto i partecipanti per un aperitivo e ha seguito con loro la proiezione del film.

Il documentario di Hugo Berkeley racconta una storia affascinante, ma poco conosciuta: nel 1956, gli Stati Uniti decisero di tentare una nuova arma nella Guerra Fredda contro l’URSS. I grandi nomi del jazz, Louis Armstrong, Duke Ellington, Dizzy Gillespie e Dave Brubeck, insieme alle loro band, vennero reclutati per una tournée mondiale che aveva l’obiettivo di contrastare la propaganda sovietica sulle disuguaglianze razziali in America. Ma il diffondersi del movimento dei diritti civili in patria costrinse questi ambasciatori culturali a un dilemma morale: come potevano promuovere all’estero l’immagine di un’America tollerante, quando l’uguaglianza nel loro paese era ancora un sogno irrealizzato?