ITA | ENG

Il Vice Presidente Esecutivo Italiano

Riccardo Perissich


Riccardo Perissich è Vice Presidente esecutivo del Consiglio Italia-Usa dal gennaio 2010.

Dopo una prima esperienza in Italconsult S.p.A, dove rimane dal 1962 al 1964, nel 1966 diventa il Responsabile degli studi sulle Comunità europee dell'Istituto Affari Internazionali di Roma e successivamente è nominato Vice Direttore dell’Istituto.

Nel 1970 passa ad operare nell’ambito della Commissione delle Comunità Europee. Fino al 1986 ricopre la funzione di Capo di Gabinetto per quattro Membri della Commissione; nello stesso anno assume l’incarico di Vice Direttore Generale della DG Mercato Interno e Affari Industriali e, in quella veste, coordina per la Commissione Europea il programma di completamento del Mercato Unico. Nel 1990, diventa Direttore Generale della DG Industria, posizione che mantiene fino al passaggio in Pirelli S.p.A nel 1994.

Dal 1994 al 2001 è Direttore Affari Pubblici ed Economici di Pirelli S.p.A e siede nel Consiglio di Amministrazione di questa Società. Dal 2001 al 2006 coordina i rapporti istituzionali del Gruppo Pirelli. Dal 1 ottobre 2001 al 31 dicembre 2006 è il Responsabile della Funzione Centrale Public and Economic Affairs nel Gruppo Telecom Italia.

Dal 14 dicembre 2001 al 5 maggio 2003 è membro del Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia Mobile. Dal 4 settembre 2002 al 16 gennaio 2007 è Presidente Seat Pagine Gialle (ora Telecom Italia Media). Dal 2007 al 2009 è Presidente del consiglio di sorveglianza di OniCommunications, operatore telefonico portoghese.

Fino all'uscita dal Gruppo Telecom Italia è stato anche Membro del Consiglio Direttivo di Confindustria e di Assolombarda, Membro del Comitato di Presidenza di Assonime, Vice Presidente dell'Unione Industriali e delle imprese di Roma, dell'Assoimmobiliare e della Federazione Radio e Televisioni, Consigliere di Amministrazione dell’Enciclopedia Treccani. E’ inoltre membro dell’International Institute for Strategic Studies (Londra), dell’Istituto Affari Internazionali (Roma) e dell’Aspen Institute Italia (Roma). E’ membro del CdA dell’Institut Jaques Delors – Fondation Notre Europe (Parigi).

È autore di “L’Unione europea, una storia non ufficiale” (Longanesi,2008, con prefazione di Giorgio Napolitano; premio Capalbio Europa 2008) e collabora regolarmente a giornali e riviste italiane e straniere su problemi di politica europea e internazionale. Nel 2012 ha pubblicato il suo primo romanzo: “Le regole del gioco” (ed. Longanesi). Nel 2014, sempre per Longanesi, è uscito il secondo romanzo “Il Seminatore”.

È “Chevalier des arts et des lettres” della Repubblica francese.

Nato a Milano nel 1942, è sposato e ha un figlio.